Andrea Severini

Un cittadino in MoVimento

SCARICATELE

ImmagineOggi al lavoro, parlando con una mia amica/collega, mi sono accorto quante risorse ogni giorno sprechiamo. Per dir la verità, noi siamo molto virtuosi e stiamo molto attenti al minimo spreco, ma siamo arrivati alla conclusione che anche noi, pur facendo la massima attenzione, a volte sprechiamo. Parlavamo delle batterie che ogni giorno utilizziamo per la nostra professione. Le batterie purtroppo sono un problema, quasi tutti gli apparecchi elettronici funzionano con le pile. Molto spesso mi ritrovo in giro per gli uffici a chiedere se hanno delle pile esauste. Primo perchè vorrei che fossero smaltite in modo corretto (appositi raccoglitori) e me ne faccio carico personalmente. Vado in giro come un pazzo con la busta per raccoglierle. Come sapete, non possono esser gettate insieme ad altri materiali perché sono rifiuti pericolosi che contengono materiali tossici come mercurio e cadmio, secondo perchè mi sono accorto che la maggior parte delle pile che noi definiamo “scariche” ancora hanno molta carica dentro. Infatti dal giro degli uffici molto spesso, le uso per mesi per i giocattoli di mio figlio e per i telecomandi.

In uno studio effettuato dalla Duracelle dall’ ERP(European Recycling Platform) si calcola che in Italia vengono gettate 260.000.000 di pile e tra queste 1/3 sono ancora cariche per il 40%.

Cioè circa 85 milioni di pile sono ancora cariche per la metà della loro carica iniziale!

Ci sono tre accorgimenti importanti per non gettare subito una pila che sembra scarica:

  1. Se in un apparecchio molto “energivoro” (macchine fotografiche, registratori,microfoni etc.) il simbolo della batteria lampeggia, non è detto che per altri apparecchi le batterie non vadano bene(sveglie, telecomandi,giochi, spazzolini).
  2. Usare pile ricaricabili e il relativo caricabatterie. Il costo elevato iniziale sarà ripagato col tempo e l’ambiente vi ringrazierà.
  3.  Cercare di non acquistare, nel limite del possibile, apparecchi che per il loro  funzionamento debbano usare le batterie.

Quindi prima di gettare le batterie, SCARICATELE!! Purtroppo ad oggi una soluzione definitiva al riciclo totale delle batterie ancora non esisiste, sono altamente inquinanti e questo è un problema pesante ancora non risolto.

p.s. Nei raccoglitori per le pile non devono essere gettate le altre batterie(auto, cellulari etc.) bisognerà rivolgersi alle isole ecologiche della propria città.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Andrea Severini

Un cittadino in MoVimento

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Blog di Angelo Diario

Che la rivoluzione culturale abbia inizio!

Enrico Stefàno| Consigliere Capitolino

Non serve una centrale da un MegaWatt, ma un milione di cittadini che producano un Watt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: