Andrea Severini

Un cittadino in MoVimento

A Rosarno le arance valgono di più

Anche oggi grazie alle persone di buona volontà siamo riusciti a fare lo scarico di arance a Ottavia provenienti da Rosarno. Perché ci sono persone che preferiscono acquistare queste arance piuttosto che quelle del supermercato? La risposta è semplice almeno per noi, ma se ci pensi bene lo sarà anche per te. Primo queste arance non sono trattate e quindi sono al 100% naturali, secondo chi raccoglie gli agrumi é un bracciante in regola trattato come persona e non come un schiavo, terzo il rapporto stretto e la conoscenza precisa della provenienza ti permette di capire bene con chi hai a che fare e fa nascere un legame tra produttore e consumatore che va oltre il mero rapporto commerciale, si crea quel rapporto di fiducia che è impossibile creare nella grande distribuzione. Ecco perché un arancio o un mandarino valgono di più a Rosarno, il progetto di questi ragazzi, in una terra difficile e segnata da mille problemi, illumina e porta la luce in un mondo che troppo spesso è torbido,sfruttato e dominato dalla grande distribuzione.Grazie a chi ci crede, sempre!

2015/01/img_0026.jpg

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “A Rosarno le arance valgono di più

  1. Ogni volta che bevo una spremuta o mangio un arancia mi chiedo che storia abbia quel frutto e a volte lo mando giù a fatica perché so che in molti casi è una storia di ingiustizie. Di che progetto si tratta?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Andrea Severini

Un cittadino in MoVimento

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Blog di Angelo Diario

Che la rivoluzione culturale abbia inizio!

Enrico Stefàno| Consigliere Capitolino

Non serve una centrale da un MegaWatt, ma un milione di cittadini che producano un Watt

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: